“Ma il lavoro vero?”

Che lavoro fate? – Musicisti!- No, ma il lavoro vero? Ecco, questo accade quando ci chiedono di cosa viviamo: che spesso, la domanda successiva alla nostra risposta, sia riferita al lavoro “vero”, come se rispondere di fare il musicista sia una risposta scherzosa. E sì perchè chi vive di musica si trova davanti ad un doppio pregiudizio: o si viene considerati hobbysti del fine settimana, o immediatamente abbinati a grandi nomi dello showbiz. In realtà esiste una categoria di musicisti che non è nè l’una, nè l’altra cosa, ma semplicemente persone che, con regolare partita Iva, svolgono “normalmente” l’attività che amano fare. In questi giorni di pandemia, la crisi ha colpito duro chi ha un’attività in proprio, tagliando fuori dal mercato milioni di lavoratori e tra questi, tra i più penalizzati, di sicuro i musicisti e in particolare, i musicisti che si dedicavano alle cerimonie, alle feste private, ai piccoli eventi, oltre che all’esibizione live nei locali. Va da sè che, quando sarà concesso di riprendere tali attività, con le restrizioni che ci saranno, le misure di sicurezza, i musicisti ne usciranno fortemente penalizzati e con davanti un’estate incerta, che sarà molto probabilmente persa, proprio quell’estate che è il momento in cui la nostra categoria rifiorisce. La fase due per i musicisti è semplicemente una fase di passaggio, giacchè difficilmente si troverà un modo per riprendere. La comunicazione, è stata sempre molto confusa, incerta, ambigua, sarebbe stato meglio, è meglio, dire chiaramente e in fretta che determinate categorie per quest’anno, nemmeno con questa seconda fase ripartiranno. La mancanza di attenzione alla classe dei musicisti, potrebbe indurre taluni a pensare “Hai visto, avrei dovuto fare di tutto per assicurarmi un “posto fisso”, ora non avrei avuto problemi”….taluni, non noi. Non ci pentiremo mai, di aver scelto di vivere facendo ciò che amiamo e difenderemo con le unghie e con i denti questa nostra scelta. Non la daremo vinta a chi potrebbe pensare di dirci “te l’avevo detto, prendevi il posto fisso e poi te ne andavi a suonare, come fanno quasi tutti”, non la daremo vinta a loro, nè al virus, perchè la musica nella nostra vita, è Regina incontrastata…senza corona!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...